Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
26 novembre 2011 6 26 /11 /novembre /2011 14:18

2837778784_605fe30b3d.jpg

 

Il fatto

 

La sigla PM10 si riferisce alle particelle di diametro uguale o inferiore a 10 µm, cioé 10 millesimi di millimetro. Esse penetrano nell'apparato respiratorio, fino agli alveoli, con gravi conseguenze per la salute: asma, affezioni cardio-vascolari e diminuzione della funzionalità polmonare.

Le sorgenti principali di PM10 sono:

o naturali come il polline, l'erosione del suolo, le eruzioni vulcaniche;

o legate all'attività del'uomo, come la combustione ( quella che avviene nei motori a scoppio e nelle centrali di riscaldamento o termoelettriche).

Secondo le direttiva europea 99/30/CE, dall'1 gennaio 2010 la media annua di Pm10/m3 non deve superare i 20 µg/m³ e il limite di 50 µg/m³ non dev'essere superato  più di 7 volte l'anno.

A Torino, l'anno scorso, secondo i dati forniti dall'Arpa (Agenzia regionale per la Protezione ambientale), la media è stata di 43 µg/m³ e il limite di 50 µg/m³  è stato superato 102 volte (nella centralina posta vicino alla scuola Grassi addirittura 132 volte!).  

 

Il commento

 

E' vero che i dati segnano un miglioramento dal 2006, ma c'è anche da dire che la tendenza del 2011 è negativa rispetto all'anno precedente: i rilevamenti del particolato della centralina del Grassi  indicano che nel 2010 la media è stata di 50.8  µg/m³ , mentre nel 2011, dall'inizio dell'anno al 3 novembre, la media risulta essere di 52  µg/m³ .

Inoltre mancano i dati degli ultimi 20 giorni . Come mai? E' scomparso l'inquinamento?

Condividi post

Repost 0
Published by diogene - in Attualità
scrivi un commento

commenti

armani online 12/23/2011 08:50

Ihre Freunde stets Wind, Frost, wirst du in der Ferne zu tragen, wenn ich kann nicht, ich bete sie an meinem K?rper Verwitterung kommen.